DEGUSTAZIONI ABBINAMENTO CIBO E VINO A DOLCI TERRE DI NOVI. - Fisar Alessandria

Si è svolta dal 3 all’8 dicembre 2010, a Novi Ligure, presso il Centro Fieristico in viale Campionissimi, la quindicesima edizione della rassegna enogastronomica “Dolci Terre di Novi” . Quest’anno una vasta area della rassegna è stata dedicata ai formaggi: dal Montebore alle robiole o ai famosi caprini, prodotti tipici del basso piemonte affiancati anche da formaggi di altre regioni quali parmigiano reggiano, mozzarella di bufala, fontina valdostana, pecorini sardi, fino ad arrivare ai famosi formaggi francesi provenienti da Sorbiers città gemellata con Novi Ligure. La partecipazione della delegazione Fisar di Alessandria è stata davvero considerata da tutti il valore aggiunto alla manifestazione, i nostri sommelier hanno guidato le numerosissime degustazioni con i vini che hanno partecipato al 36° Concorso enologico della provincia di Alessandria denominato “Premio Marengo doc”, presenti a Dolci Terre 131 vini premiati con diploma all’interno del “Premio Marengo doc” e 4 vincitori del “Premio Marengo d’oro”. La professionalità indiscutibile dei sommelier nel guidare le molteplici degustazioni è stata completata da un elevata conoscenza enogastronomica fornendo ai ristoratori un valido supporto per l’abbinamento cibo vino, così da proporre nell’area allestita alla ristorazione denominata “Salotto dei sapori” un menù degustazione davvero impeccabile. Oltre a questo i sommelier Fisar hanno anche supportato i produttori provenienti da tutte le regioni italiane per creare con loro ed esaltare le caratteristiche dei formaggi accompagnandoli con i vini presenti in Enoteca. I consensi degli amministratori e delle autorità nonché le numerosissime persone presenti alla rassegna hanno fatto si che la manifestazione si concludesse con enorme successo, come se la presenza della nostra delegazione portasse una notevole fortuna alle manifestazioni!(senza nulla togliere all’elevata preparazione e passione che anima ognuno di noi in campo enologico).

Raffaella Castellucci

Resp. Ufficio stampa Fisar